ยป
Storia

 

La storia di RAJ

Erano gli anni della “febbre del sabato sera”; sulle vette delle hit parade dominavano i Bee Gees con la loro “Night fever” ed ancora i Boneey m, quando un gruppo di amici accomunati dalla stessa passione, quella per la musica, crearono un laboratorio di voci, suoni e musica; era il 1976, a Strongoli nasce la prima radio. Quel piccolo contenitore di libertà, dove sperimentare contenuti e stili, che sarebbero poi divenuti caratteri dominanti dell’emittente, divenne una motrice di fantasie e sogni; il manipolo dei primi giorni raddoppiò calamitando l’interesse della gente che telefonava e si raccontava. 


Negli studi di trasmissione, ricavati in un’abitazione privata, il gruppo affiatato realizzava un programma capace di soddisfare tutte le esigenze musicali, proponendo brani degli anni ’60, canzoni tradizionali calabresi, cantautori italiani e stranieri, disco music, ecc.. Tante le richieste e le dediche che giungevano in trasmissione, particolare successo riscuotevano le canzoni degli anni ’60 tra le quali quelle di Julio Jglesias, Litle Tony ed ancora Bobby Solo, Celentano.



A più di trent’anni dalla sua nascita, Radio Antenna Jonica, “la radio del mare”, con Salvatore Cosentino, direttore artistico dal 1986, e la splendida voce di Mary Sapia (dal 1993), continua ad essere presente nelle case dei suoi radio ascoltatori facendo funzionare gli organi vitali della radio: fedeltà dei suoi ascoltatori e la reciproca stima tra chi parla e chi ascolta.
È un radio che tiene compagnia senza essere invadente. È la radio di quanti amano e apprezzano la bella musica d'autore, quella che va al di là delle mode, i grandi successi, quelli che non tramontano mai, in linea con i gusti del pubblico di riferimento. Nello stesso tempo accontenta i giovani proponendo una selezione musicale che abbraccia tutti i generi musicali. Dotata di una struttura tecnica all'avanguardia nel settore, ora anche in streaming (tecnica che consente di ascoltare la musica in tempo reale via internet) realizza quotidianamente il migliore equilibrio tra musica italiana e straniera, informazione ed intrattenimento. Un ruolo determinante è infatti rappresentato dall'intrattenimento, che con i programmi in diretta chiude il palinsesto della radio. Attualità, classifiche musicali, cucina, questi sono solo alcuni argomenti che vengono trattati nelle  dirette. 


Profondamente immersa nelle realtà in cui opera, collabora con la Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, nelle manifestazioni del Maggio Culturale e dell’Agosto strongolese.


Costituisce l’Associazione culturale “Amici per la musica” proponendosi di far conoscere e diffondere in tutto il mondo le tradizioni popolari e culturali calabresi.

 


LA STORIA DI STRONGOLI :

Altezza s.l.m.: 355 m


Superficie: 85.29


Numero ab.: 6.426


Denominazione ab.: strongolesi


Distanza dal capoluogo: 28 km


Economia: agricoltura, terziario, piccole imprese


Minerali: zolfo, cristalli su roccia celestina


Territorio:


vasto e prettamente collinare, poche sono le pianure. La maggior parte delle colline è rivestita da ulivi che, al poeta e patriota B. Miraglia, ispirarono il verso “O mirti del mio colle…”. Strongoli, da una parte si affaccia sul mare, da cui dista 6 Km, dall’altra guarda i paesi vicini: San Nicola, Casabona, Carfizzi, Rocca di Neto, Cotronei, Pallagorio. .......

Scarica la storia di Strongoli